Lettere in soffitta incontra l'Italian Virginia Woolf Society

Pamela Valerio su Libero Pensiero, 31 maggio 2017

"Questa settimana la rubrica Lettere in Soffitta propone un iter diverso per le vie della memoria. Non più solo vecchi libri impolverati, nascosti in bauli dimenticati, sotto coperte di polvere. L’appuntamento letterario propone dunque un incontro inaspettato, lì dove il vecchio torna nuovo e un classico diviene rivelazione: è l’incontro con i sogni nel cassetto di un progetto made in Italy. Nasce l’Italian Virginia Woolf Society e Lettere in Soffitta riparte da qui."

Leggi l'articolo.

 

Nasce la “Italian Virginia Woolf Society”: a giugno il primo evento a Roma

Silvia Gambi su Cultura Mente, 20 maggio 2017

"È una delle scrittrici inglesi più amate, una donna enigmatica, che ha dedicato tante pagine di riflessioni al mondo delle donne, che è diventata un’icona, ma alla quale in molti hanno difficoltà ad avvicinarvisi. Eppure Virginia Woolf, a oltre 70 anni dalla sua morte, non ha ancora esaurito la sua forza e, proprio per valorizzare il suo lavoro e farlo conoscere, è nata da qualche settimana la Italian Virginia Woolf Society."

Leggi l'articolo.

 

La comunità di Virginia Woolf

Francesca Bolino su Robinson di Repubblica, 7 maggio 2017, p. 25

"Parola d'ordine Virginia Woolf. Diceva di lei Edward Morgan Forster: «non ho mai conosciuto al mondo una persona alla quale piacesse tanto scrivere». Dice Nadia Fusini: «Era capace di attraversare tutta Londra per andare a comprare un certo quaderno in una certa cartolibreria o una certa matita». Per tutti i suoi lettori, per coloro che sanno condividere lo stesso gusto per la letteratura e la vita, è nata la Italian Virginia Woolf Society.

Leggi l'articolo.

 

Un luogo tutto per Virginia Woolf: L'Italian Society

Francesca Bolino su D-blog, La Repubblica, 5 aprile 2017

"Sappiamo molto, tanto di Virginia Woolf.  Studi, pubblicazioni, convegni, continuano da decenni e decenni a entrare nelle nostre case e prendere posto nelle nostre librerie. Ma Liliana Rampello critica letteraria e saggista ha voluto cogliere e raccontare ancora di più la forza di questa donna che ha scelto di mettere al mondo la propria soggettività e “proprio per come ha vissuto e scritto è per me la prima scrittrice capace di rovesciare il disvalore di essere una donna e una scrittrice nella libertà di essere l’una e l’altra” racconta Liliana."

Leggi l'articolo.

 

And now — an Italian Virginia Woolf Society

Paula Maggio su Blogging Woolf, 14 marzo 2017

"This just in: We now have an Italian Virginia Woolf Society. The society has a Facebook page, as well as a website, which society founders are working on making bilingual."

Leggi il post.